Il Blog del Pasi
nunc licet intellectualiter intrare in arcana fidei
13.10.06
I Diari del Messia
ave a tutti mie prodi figlioli. è qualche giorno che non aggiorno questo mio spazio personale quindi mi par d'obbligo aggiornarvi sulla situazione attuale. è metà ottobre e non ho ancora trovato nè lavoro nè casa. nè tantomeno figa. per il lavoro ho fatto anche un giorno di prova in un ristorante fighetto in centro a bergen. 9 ore per non sapere se mi prendono oppure no. è stato ieri che ho fatto il turno in prova. il posto non è malaccio, i cuochi sono tutti giovani e simpatici, c'è molto da fare, visto che il locale ha 300 posti più una terrazza da 200. che essendo in una città come bergen non viene utilizzata molto spesso..... adesso rimango in attesa di una risposta. altri lavori non ne ho trovati per adesso. casa, beh lasciamo perdere. intanto me la spasso un po', cazzeggiando allegramente. poi sto cercando di capire se e come posso iniziare la specialistica qui a bergen. ognuno ha la sua opinione e a volte non si capisce una mazza. ma sempre meglio dell'italia comunque. la mia salute mentale è sempre allo stesso livello, basta controllare le storielle malsane del mio altro blog per rendersi conto di come il sottoscritto non sia cambiato. ho una certa qual voglia di partire, l'ho già detto e lo ripeto. per andare dove non lo so. il punto è che non so che cazzo fare. mi sembra di sbattere sempre contro un vetro. lo stesso vetro. sempre lo stesso fottutissimo vetro. mai che riesca a vederlo ed evitarlo. le giornati qui sono ancora decisamente belle per la stagione. un po' freschino la notte ma sopportabilissimo. e ancora molti giorni di bel tempo, incredibile! poi sempre più italiani da queste parti. sempre più reietti. e forse io devo trovarmi un posto con ancor meno italici. la città è sempre la solita, pazza. soprattutto nei week end. è come se molti fuori di melone si dessero appuntamento in questa città dalla lunga storia. e in fondo mi ci trovo bene. è la mia dimensione. piccola ma non troppo. grande ma non troppo. viva. vivace. sempre in movimento. poi ho ripreso a studiare per i fatti miei il finnico, sempre con la speranza di poter trasferirmi in quelle lande buffe. ovviamente non mi sto stressando troppo per imparare la lingua. anche perchè ho ancora alcuni problemi col norvegese. tipo vocabolario limitato. e gli autoctono devono piantarla di parlare i loro dialetti a tutti i livelli. cristo, dovrebbero darsi una lingua ufficiale. visto che a volte non si capiscono tra di loro. e a me a volte fanno venire il mal di testa. e un discreto giramento di coglioni. mi sembra di aver detto tutto. e per una volta non sono stato pessimista. non troppo, perlomeno. alla prossima.


Dio
4 Comments:
Anonymous Anonimo said...
..allora passi il niente lavoro e il niente casa ... ma il niente figa no! Almeno l'Ungod mi ha riferito di un sms ricevuto che parlava di birra, metal e figa ...
Secondo l'Ungod è andata così: sei andato ad un concerto metal, ti sei fatto una vichinga, ma ti sei sbronzato talmente tanto di birra che non ti ricordi più niente ...
Comunque alla fine te la sei trombata anche se hai rimosso il tutto a causa dell'eccessiva presenza di malto che ti ha dato al cervello ...
Johnny, portavoce ufficiale dell'Ungod

Blogger Pasi79 said...
caro johnny e carissimo ungod, il messaggio che spedii era veritiero, solo che cantai vittoria un po' troppo presto...cmq la stagione della caccia non è ancora finita...

Pasi

Anonymous Anonimo said...
la pazienza è virtù del buon cacciatore ... e in attesa delle prede egli affila la propria lancia e prepara nuove frecce per il suo arco ...
Buona caccia
Ungod

Anonymous Marco said...
Mi risulta che da quelle parti la stagione della caccia alla gafi non abbia scadenze, per cui tempo ce n'è in abbondanza... ma un buon bottino di tanto in tanto di certo mette allegria al cacciatore.