Il Blog del Pasi
nunc licet intellectualiter intrare in arcana fidei
21.9.07
sogni, memorie e chiavi
l'altra notte ho avuto il sogno più strano della mia vita. nel sogno mi trovavo con angelo (coinquilino qui a bergen, per chi ancora non lo conoscesse) nel bel mezzo di una guerra. non so dove ne quando. e fin qui nulla, o quasi, di strano. poi ci siamo messi a mangiare una persona. dallo sterno circa. il fatto è che la persona in questione era viva e parlava con noi.... mi sa che ho bisogno di farmi vedere, da uno bravo....
comunque è da qualche giorno che sono assalito da sogni più o meno strani, tra cui quello ricorrente della stessa ragazza. che non riesco a capire se conosco o no. mah.
e intanto le memorie del passato si fanno avanti più o meno velocemente, in 28 anni mi rendo conto di aver riempito molto più di un solo baule.....
poi ho riflettuto su diverse cose, per esempio sono arrivato alla conclusione che sono quello che sono e che mi danno sui nervi le persone che pretendono di avevre la giusta chiave di lettura della vita. quelle che ti dicono di sorridere alla vita perchè è così che si fa. e se non mi va? non mi piace sorridere. non senza un motivo, perlomeno. io non ho la pretesa di sapere come gira il mondo, ma almeno non rompo i coglioni agli altri dicendo come comportarsi. siamo liberi, no? e il fatto che non sorrido non vuole dire che sono arrabbiato con la vita. non siamo in buoni rapporti, questo sì, ma non la odio. la ignoro, per il momento.
sono contento di come vanno i corsi di italiano che tengo. come insegnante sono ovviamente poco professionale, improvviso molto, ma gli studenti sono contenti!
la vita notturna procede tra garage e garage, sarò monotono ma il locale è forse la mia prima casa. anche se sto riducendo le uscite serali. anche se ultimamente mi son divertito parecchio in giro.
parole d'ordine: divertirsi e sbattermene i coglioni di tutto.
funziona? abbastanza.

Pasi
2 Comments:
Anonymous Marco said...
Dopo aver letto il passaggio "io non ho la pretesa di sapere come gira il mondo, ma almeno non rompo i coglioni agli altri dicendo come comportarsi", ho deciso che hai grosse possibilità di diventare il mio filosofo preferito. ;-)

Anonymous Anonimo said...
... forse stai accettando te stesso con i tuoi pregi e con i tuoi limiti senza pretese di cambiare.
Forse dovrei prendere anch'io questa strada ... in fondo, dopo tutti gli sforzi, non sono mai cambiato veramente e probabilmente mai ci riusciro'. Per cui vale la pena cercare di migliorare, se poi si riprecipita inesorabilmente da dove si è partiti? Mi sto interrogando al proposito ...
Johnny abbandonato a se stesso (ma non dall'Ungod)