Il Blog del Pasi
nunc licet intellectualiter intrare in arcana fidei
31.10.07
scuola d'italiano, parte prima
come ben sapete insegno italiano in quel di Bergen. al centro culturale italiano. quello che non sapete è come insegno.... ho quattro classi, da livelli bassi al livello più alto. ieri, giusto per fare un esempio, stavo spiegando il passato prossimo e ho spiegato che il verbo ausiliare può essere il verbo avere o il verbo essere. domanda, ovvia, degli studenti, è stata quando usare l'uno e quando l'altro. risposta, altrettanto ovvia, il verbo ausiliario essere si usa coi verbi riflessivi, con quelli di movimento e quelli di cambiamento. peccato ci siano le solite eccezioni del cazzo. e qui è arrivato il colpo di genio del sottoscritto mentecatto. o colpo di testa. per esempio con il verbo "rimanere" ci vuole il verbo essere. e come lo si spiega? beh semplice, è un caso limite di movimento, il movimento nullo. ho detto loro di pensare di più in maniera filosofica che fisica......e ho proseguito dando indicazioni filosofiche.....sono un creativo! oppure un cretino! o meglio ancora, un creativo cretino. diciamo che le mie lezioni si basano su due cose: l'abile arte dell'improvvisazione e l'antica arte dell'arrampicarsi sugli specchi. due cose che mi hanno sempre parato il culo sia a scuola che al lavoro (soprattutto in veste di guida turistica....vero Marco??).
oggi ha ripreso a piovere in maniera smodata. tragitto bar-ufficio, 10 minuti, e i jeans che sono da strizzare, le calze disseterebbero una tribù africana senza acqua da un mese. l'unica cosa di asciutto è il maglione, causa ottima giacca antipioggia. vi chiederete: e l'ombrello? e cosa è?, rispondo io.....mai usato negli ultimi 2 anni. perchè in fondo mi piace prendere la pioggia, mi fa sentire vivo. e le lacrime si confondono con le goccie che cadono sul viso. ovviamente questo va a farsi benedire quando le goccie vengono sostituite da secchielli di acqua. e non accenna a smettere. non tornao a casa. rimango qui. finchè smette. e l'anno scorso da queste parti ha piovuto per 86 giorni consecutivi......

Pasi che prepara lezione per i Nani delle 15,30
6 Comments:
Anonymous Marco said...
Non fare il modesto! Sai benissimo che siamo due tra le più esperte guide reperibili in Norvegia. Nessun altro sapeva, ad esempio, di quella legge che obbliga i contadini a lasciar all'aria aperta le balle di fieno per almeno sei settimane...

Anonymous Anonimo said...
pensa...tu improvvisi in questo modo cretino-creativo insegnando la tua lingua madre...io insegnando una lingua straniera!!! però devi ammettere che essere prof è divertente...e poi pensa che le conoscenze delle persone che hai davanti dipendono anche da te. Figooo!!!
Ah...cmq prof di italiano...gocce si scrive senza i!!!
un bacione
Ale

Blogger Lupina said...
Che dite, se i Lupini organizzano una gitarella norvegese ci fate da guida?

Blogger Pasi79 said...
certo che sì. dazio da pagare: cibaglia varia di italica provenienza! quindi partite con un bilico di vettovaglie :)

Blogger Lupina said...
Sapete se fanno storie in aeroporto per una mezza mortadelletta?

Anonymous Anonimo said...
Hello. And Bye.