Il Blog del Pasi
nunc licet intellectualiter intrare in arcana fidei
5.4.08
post inutile
sono passati oramai 10 anni da quando ho finito il liceo. a quel tempo, correva l'anno 1998, mondiali in francia tanto per dirne una, ero un coglione ancora più sfigato di quello che sono ora. e come ogni buon diciottenne avevo dei sogni per il proprio futuro. oltre ai sogni mi chiedevo anche come sarei stato dopo 10 anni. quindi ora è tempo di resoconti! cosa che detesto alquanto.

sogni 1998:

. moto
. donna
. laurea
. vivere in scandinavia o in finlandia
. lavoro
. essere meno sfigato
. viaggiare

fondamentalmente erano questi i miei sogni. più o meno. oltre a ciò provavo anche ad immaginarmi dopo 10 anni.
bene. siamo nel 2008. devo ammettere che non sono come mi immaginavo nel 1998, ma non mi lamento. dei sogni se ne è realizzato praticamente uno. vivere in scandinavia. il viaggiare direi di no, nel senso che viaggio, sì, ma sempre da\verso lo stesso posto. laurea siamo a metà strada, nel senso che ho la triennale e al tempo (1998) si aveva ancora il vecchio ordinamento.... ovviamete i primi due della lista sono ancora lontani e inizio quasi a dubitarne (notare l'ottimismo denotato dall'utilizzo del termine quasi). però alla fine è forse anche meglio che le cose non vadano come si vorrebbe. danno un tocco di imprevedibilità. però è anche vero che vivere sempre nell'imprevedibilità è una gran rottura di balle.

oggi ho messo le lenti a contatto per la prima volta dopo secoli. pensavo di non resistere più di 2 ore, invece.... ovviamente l'aspetto esteriore non ne trae vantaggio (l'unica soluzione penso sia la plastica facciale) (o il napalm). mi sono anche arrivati gli occhiali, 180 euri. che si aggiungono a tutti i disastri economici che il sottoscritto combina. imperterrito.

magari domani trovo la donna della vita. magari trovo un lavoro. magari trovo una moto. magari. è una gran fregatura sognare. e ancor di più farlo sapendo di farsi solo del male.

Pasi - che non poteva concludere il post senza essere paranoico
8 Comments:
Blogger FrancescAinBergen said...
Ti avevo detto che le lenti a contatto sono una svolta!Provare per credere...Dalle tue parole sembra come se qualcuno dall'esterno gestisce male la tua vita...ma sinceramente sei tu che scegli, tu e solo tu...Io sono negativa a volte, ma anche molto determinata e se voglio una cosa faccio di tutto per averla...anche mille scarifici! é troppo facile lamentarsi e poi continuare ad agire come al solito! Goditi ciò che hai e guadagna ciò che non hai...! e poi vedi grazie alla rottura degli occhiali hai provato una cosa nuova.... :) magra consolazione lo so...ma meglio di niente! Notte fra

Blogger Pasi79 said...
lo so che sono io che scelgo. male, ma scelgo. è quello che ho sempre sostenuto: scelgo male, sempre e comunque :)
sul fare di tutto per ottenere le cose, beh hai ragione.... anche se spesso bisogna anche rendersi conto che non si può avere proprio tutto ciò che si vuole. vero è che mi arrendo un po' troppo facilmente. lasciamo stari i sacrifici perchè mi pare di averne già fatti abbastanza.
le lenti a contatto non sono male soprattutto in chiave sport\concerti. però cero che romperne due paia in 6 giorni nello stesso modo.... se non è sfiga....

Blogger ALittaM said...
caspita Pasi, non lamentiamoci troppo. Intanto sei laureato (perché la triennale vale eccome, come laurea), sei in Norvegia. Non avrai la carriera della tua vita, ma non sei mica sotto un ponte! Hai amici, esci a berti qualcosa quando ti va, stai persino iniziando ad ubriacarti di meno.
Insomma, io i passi avanti li vedo. Certo, non hai ancora "messo la testa a posto", ma sei su una buona strada. Devi solo ricordarti di tenere chiuso il baule. Con doppio lucchetto ;)

Anonymous Anonimo said...
La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonymous Anonimo said...
molto intiresno, grazie

Anonymous Anonimo said...
quello che stavo cercando, grazie

Anonymous Anonimo said...
Si, probabilmente lo e

Anonymous Anonimo said...
Si, probabilmente lo e