Il Blog del Pasi
nunc licet intellectualiter intrare in arcana fidei
25.12.10
valt(h)ellina
è natale. anche quest'anno. e anche a questo giro me ne sono allegramente sbattuto i coglioni. è una festa che non sento. mi fa cagare. e mi fa pena vedere la falsità nel 95% delle persone. auguri fasulli. per esempio non sopporto quelli che si definiscono agnostici od atei e poi fanno gli auguri di natale. mah. e ancor meno sopporto quelli che mi criticano perchè io il natale non lo festeggio e non lo sopporto. farsi i cazzi propri sarebbe cosa saggia. se a uno non piace il vino, non vado a moralizzarlo con argomenti che non stanno in piedi. non mi piace il natale, punto e basta. quindi non faccio gli auguri. nè faccio regali. punto. non vi piace? beh, non è un mio problema. in ogni caso un regalo l'ho ricevuto pure io. ieri sera solita post-cena a casa di un amico. e solita consegna di regali low-cost. ovviamente io non ero contemplato tra i destinatari, ma causa defezione di una persona me ne hanno girato uno. 10kg di sale antighiaccio. ottimo, visto i tempi che corrono. così eviterò di spalmarmi ogni volta che vado in garage. per il resto va tutto bene. ho passato i due esami che dovevo. me ne manca solo uno ora. e la tesi. la voglia di scrivere è sempre sotto zero, ma per aprile ce la farò. anche perchè già sto pensando in grande alla festa di laurea. una roba da coma etilico. a proposito, in settimana ho organizzato la solita cena alcolica a milano. divertente. ovviamente mi sono alcolizzato per bene e il giorno dopo ero in condizioni pietose. ma questo non mi ha impedito di contiunare ad alcolizzarmi anche la sera dopo. ultima settimana di questo 2010. non mi aspetto nulla di particolare da questi ultimi giorni, come al solito. e non ho ancora deciso che fare a capodanno. un paio di proposte le ho. poi il 2 gennaio si prospetta una slittata in svizzera. bello. neve, freddo e velocità. cosa volere di più?
2 Comments:
Blogger Elivagar said...
ciccio non eri contemplato perchè nessuno sapeva che saresti passato. anzi, a dire il vero non sapevo nemmeno io di essere contemplato !!

e cmq scusa...prossima volta userò anche io la carta di giornale per il pacchetto @__@

Anonymous Chiara said...
Ben detto Pasi, anche io penso che valga la pena laurearsi per la festa etilica. Infatti mi è ritornata la voglia di treminare sta cazzo di università, ricordandomi della mia frase (coniata mille anni fa) che userò (prima o poi) "per la mia laurea, niente fiori, ma casse di Ceres". Skål Pasi.